• Il cavaliere, la morte e il diavolo
Il cavaliere, la morte e il diavolo

Il cavaliere, la morte e il diavolo

Il cercatore ermetico è come il cavaliere che avanza solitario nella foresta della sua mente per giungere a conoscere la sua anima. Ad indicargli la via vi sono due figure: la Morte e il Diavolo. Non a caso, il titolo di questo racconto è tratto da una celebre opera del pittore fiammingo A. Durer: "Il Cavaliere, la Morte e il Diavolo". La Morte aiuta l'uomo a mantenere sempre desta la presenza a sé stesso, a vivere ogni istante con intensità. Il Diavolo, invece, è la prova, la tentazione, che ad ogni passo determina il valore della nostra volontà. La frenesia del vivere quotidiano, con le sue preoccupazioni ed i suoi affanni, ha finito col farci dimenticare la nostra reale natura. Noi siamo dei viaggiatori, "in cammino da sempre". Viaggiare significa essere disposti a vedere il mondo con occhi nuovi, lasciandosi sfidare dall'Ignoto. È in questo che sta la magia della vita, che ci riconduce alla patria perduta, al centro profondo di noi stessi. Vedi di più