• Mai una carezza. Storie del mondo che dobbiamo cambiare
Mai una carezza. Storie del mondo che dobbiamo cambiare

Mai una carezza. Storie del mondo che dobbiamo cambiare

Ci sono grandi scrittori che prestano la loro penna al giornalismo e giornalisti che scoprono la vocazione alla scrittur a nel corso di carriere straordinarie. Giampaolo Visetti è inviato per "la Repubblica" in zone di guerra e in quelle porzioni del pianeta dimenticate da tutti e in cui i conflitti non iniziano e non finiscono, ma semplicemente esistono. Cronista attento ai paradossi del mondo globalizzato, ha raccontato il difficile percorso della nuova Russia putiniana e delle repubbliche ex sovietiche, divise tra un rinnovato ossequio a Mosca e la volontà di salire sul carro guidato dal nuovo amico americano, il riesplodere dei mai sopiti conflitti etnici nei Balcani e nel Caucaso, e le tragedie dei Paesi africani, in cui continuano nel silenzio generale le guerre e il depredamento delle risorse. Testimone oculare di stragi e follie, Visetti possiede un registro unico, fedele alla sua visione del mondo in cui le persone violate, gli sconfitti e gli emarginati sono i soli che "possono avvicinarci alla verità"; dal bambino allevato dai cani nella sconfinata periferia moscovita, ai morti e ai sopravvissuti all'assalto alla scuola di Beslan, dalla famiglia che ha deciso di tornare a vivere a Chernobyl, alla cuoca sudafricana vittima del "nuovo apartheid", fino al popolo inuit che si sta lasciando morire tra i ghiacci. Storie di questo nostro mondo, storie di persone che non hanno mai ricevuto una carezza. Vedi di più