• Giaguari invisibili
Giaguari invisibili

Giaguari invisibili

Finalista al POP, Premio Opera Prima 2018. Tre ragazzi e tre ragazze nell'età inquieta e meravigliosa in cui tutto sembr a insieme offrirsi docilmente e sfuggire crudelmente. Il diciottenne Rocco Civitarese ci porta nel tempo irripetibile dell'ultimo anno di scuola. "A studiare le femmine (Freud!) aveva speso quattro anni di liceo. Sbarcavano dalle medie senza fianchi, trucchi o armi di seduzione. Gnucche. Dopo un anno, metamorfosi al quaranta percento, erano irriconoscibili. L'adolescenza aveva rimpolpato cosce, tette, affilato i visi e delineato il carattere. A diciotto anni... Anna a diciotto anni? Tre giorni, settantadue ore di fila insieme? I neuroni di Pietro si erano ammutinati" Pavia. Pietro, Giustino e Davide sono iscritti all'ultimo anno di liceo. Un'età senza compromessi, in cui tutto pare a portata di mano, ma anche pronto a sfuggire per sempre. Giustino, che da anni sta insieme a Laura, sogna di fare il fumettista, ma si sente già fuori tempo massimo; Davide, detto Golia, è un buon giocatore di basket, ma sulla sua strada incrocia la disinibita Lucilla e il sesso diventa una distrazione irresistibile. E Pietro teme di fallire il test di Medicina, dovrebbe studiare intensamente, però è preso con tutto se stesso da Anna - Anna Pettirosso. Conquistarla non è affatto semplice: in parte perché davanti a lei Pietro perde ogni audacia, in parte perché è stato qualche tempo prima con la sorellina di Anna, che ha lasciato malamente e che è ancora innamorata di lui. I tre amici, infatti, sono spavaldi e cinici quando si tratta di rapporti con le ragazze, fragili e spaventati quando entrano in gioco sogni e speranze. Anna, Laura e Lucilla sono il loro controcanto femminile, in una generazione che ha insieme il bisogno di sognare e quello di trovarsi un futuro con i piedi per terra. Una generazione che ha scoperto presto il sesso, capace sì di confondere ed emozionare, ma anche di ingabbiare maschi e femmine dentro i cliché crudi e semplificati di predatori e prede. E mentre Pietro sprofonda nel desiderio di Anna, non viene mai meno il senso della sfida per un domani con lo sguardo puntato sulla propria felicità. Vedi di più