• Come cinque stagioni
Come cinque stagioni

Come cinque stagioni

"Si svegliò con uno strano formicolio al braccio": lo stesso incipit per ciascuno di questi racconti e dodici "microcosm i" che si aprono, dodici storie diverse in cui alcuni personaggi sono presenti più di una volta, passando attraverso alterne vicende e trasformandosi da secondari in protagonisti. Partendo dalla realtà quotidiana o comunque da situazioni apparentemente "normali", la narrazione procede veloce verso esiti immancabilmente inaspettati, o insoliti, e anche nei racconti più "drammatici" il profilo è quello della leggerezza e del gioco psicologico, più o meno velato. Sul filo del surreale e dell'ironia, Lunedei, qui alla sua prima prova narrativa, dimostra subito una (dissimulata) abilità di narratore, e con uno stile immediato ci invita alla riflessione e soprattutto a mettere in dubbio le cosiddette, spesso false, certezze della nostra vita. Vedi di più